Mete invernali per chi non teme il freddo

Probabilmente state ancora rimpiangendo l’estate ed al solo pensiero del freddo vi siete già messi sotto il piumone. Eppure vorrei portarvi in luoghi che ritengo debbano essere vissuti in inverno proprio per le atmosfere che sanno regalare in questo periodo dell’anno. Immaginate la soffice neve che ricopre i rami nei boschi, il verde dell’aurora che colora il cielo o le atmosfere sognanti dei mercatini di Natale. Con il giusto abbigliamento, credetemi, non avrete nulla da temere. Allora copritevi bene e seguitemi.

Cracovia

Cracovia è una delle più affascinanti città polacche e, qualsiasi sia il periodo dell’anno, merita una visita ma non riuscirei ad immaginarla in altri momenti se non nel periodo dei mercatini di Natale. Godetevi l’atmosfera gioviale nella Piazza del Mercato con le bancarelle di manufatti di legno e vetro e, se siete dei foodie, amerete perdervi tra i chioschi di oscypek, un formaggio dop prodotto sui Monti Tatra, provare decine di diversi gusti di pierogi e riscaldare il corpo ed il cuore con il grzaniec, il vin brulè.

Lasciatevi stregare dalla piazza medievale più grande d’Europa, la Rynek  Głowny, con i suoi incredibili palazzi, la gotica Basilica di Santa Maria e il Sukiennice, l’ex mercato dei tessuti, forse il più antico centro commerciale della Polonia se possiamo definirlo così, con i suoi gioielli in ambra, l’oro del Baltico.

Rynek Głowny
Rynek Głowny

Visitate il castello di Wawel e scoprite la leggenda del temibile drago che viveva ai piedi della collina.
Perdetevi tra le stradine di Kazimierz, il ghetto ebraico, con le sue botteghe di antiquariato e la sua aria un po’ bohemienne.
Percorrete Ulica Floriańska con i suoi eleganti palazzi  fino alla Porta di San Floriano, che costituisce la parte rimanente dell’antico complesso di cinta murarie.
Al di là della Porta vi stupirà il Barbacan, una fortificazione gotica provvista di torrette, che un tempo era la porta di ingresso dei condottieri al ritorno delle battaglie.

Concedetevi una giornata per visitare il KZ di Auschwitz Birkenau che potete raggiungere con diverse compagnie di autobus. Una pagina di storia del secolo scorso che toccherà le corde più profonde del vostro animo.

Auschwitz - Birkenau
Auschwitz – Birkenau

Consigliato
Tra un giro e l’altro riscaldatevi con una cioccolata calda presso Krakowska Manufaktura Czekolady,  in pl. Mariacki 1 proprio vicino alla Basilica di Santa Maria. Un’esperienza memorabile per il palato.

Save the date
Nel 2018 il mercatino di Natale si terrà dal 30 Novembre al 26 Dicembre.

Sukiennice
Sukiennice

 

Copenhagen
L’inverno in Danimarca è il momento in cui l’arte dell’hygge raggiunge la sua massima espressione: candele, luci soffuse, dolci, una buona tazza di tè. Ovvero tutte quelle abitudini che regalano un senso di comfort.
Perché allora non godere di questa atmosfera in una Copenhagen vestita a festa nel periodo tra Natale e Capodanno?

Nyhavn
Nyhavn con le sue colorate casette

Entrate a Tivoli, uno dei parchi di divertimento più antichi del mondo, per essere catapultati nel mondo delle favole e  gustate una tazza di gløgg, il vin brulè speziato e arricchito di uvetta e mandorle. Passeggiate fino al molo di Langlinie e incontrate la Sirenetta. Divertitevi a pattinare sul ghiaccio a Frederiksberg Runddel.

Tivoli
La magia prende vita a Tivoli

Visitate il Nationalmuseet per conoscere la storia e la cultura danese e seguite il cambio della guardia da Gothersgate fino all’Amalienborg Palace.

Percorrete il caratteristico canale di Nyhavn con le sue casette colorate e adornate di ghirlande e aghi di pino. Ai numeri 20, 67 e 18 visse in diversi momenti della sua vita lo scrittore Andersen. Di qui partono i battelli per i diversi tour dei canali con i quali potrete esplorare Copenhagen da una prospettiva acquatica passando anche da Christiania, il paradiso degli hippies.

Fate una pausa pranzo provando i famosi Rød pølse, le salsicce rosse danesi, oppure lo Smørrebrød, il piatto tipico danese per eccellenza,  nelle sue infinite varianti.

Consigliato
Una gita ad Helsingør a 45 minuti di treno da Copenhagen per visitare il Kronborg Slot, il castello dove Shakespeare ambientò il suo Amleto. Qui letteratura e leggenda costituiscono un corpo unico. Si narra infatti che a Kronborg dimori l’eroe danese Holger, il quale si risveglierà dal suo sonno in caso la Danimarca dovesse essere in pericolo. In inverno con le stallatiti di ghiaccio che pendono dalle mura del castello ed il cielo bianco si ha la sensazione di essere catapultati in atmosfere di altri tempi.

kronborg slot
To be, or not to be

Save the date
Tivoli in versione natalizia apre i battenti il 17/11/2018 e chiude il 31/12/2018 per prendersi poi una pausa di alcune settimane. Controllate sempre il calendario!

Tromsø
Tromsø è senza dubbio una delle mete ideali per andare a caccia di aurora boreale ma questo luogo magico oltre il Circolo Polare Artico offre molto di più. Circondata da maestose montagne e fiordi, Tromsø si trova nel mezzo della natura più selvaggia ma al tempo stesso ha caffè e ristoranti alla moda, musei ed un’architettura moderna.  Inoltre è un ottimo punto di partenza per diverse attività invernali.

Questa porta dell’Artico dove la natura quasi incute soggezione per la sua bellezza offre dei colori spettacolari nel periodo delle notti polari quando le nuance del crepuscolo avvolgono il giorno. In particolar modo sono gli ultimi giorni di questo fenomeno a regalare colori da brivido.

polar nights
Le magiche atmosfere delle notti polari

Lasciatevi coinvolgere nelle incredibili attività invernali che Tromsø offre: guidate la vostra muta di cani da slitta, uscite in mare per vedere orche e balene, andate a caccia dell’aurora boreale, scoprite la cultura sami e dormite nelle loro caratteristiche tende, uscite su una slitta trainata da renne. Parola d’ordine: divertimento sulla neve!

Prendete la Fjellheiser la funivia che salendo fino a 421 metri di altezza vi permette di godere di una vista magnifica sulla città ed i fiordi. Fermatevi sulla terrazza per lasciarvi incantare dal panorama o fate una romantica cena provando uno stufato di renna o una zuppa di pesce con uno sguardo su Tromsø.

Attraversate il ponte Bruvegen che dall’alto dei suoi 38 metri vi permette di raggiungere l’Ishavskatedrale, la Cattedrale dell’Artico, e lasciatevi stupire dal design scandinavo di questa chiesa.
Visitate il Polar Museet per seguire le orme dei grandi esploratori artici e per scoprire le abitudini dei popoli artici.

Polar Museet
Polar Museet

Consigliato
Vivete un’esperienza adrenalinica uscendo con i cani da slitta di sera e se la fortuna vi sorride potreste riuscire ad assistere allo spettacolo dell’aurora boreale. Non male come abbinamento!

cani slitta
L’adrenalinica esperienza di una corsa con i cani da slitta di sera

Save the date
Le notti polari quest’anno si estenderanno dal 28 novembre 2018 fino al 14 gennaio 2019

Rovaniemi
Rovaniemi è il luogo dove le nostre fantasie di bimbi ritornano a prendere vita in un paesaggio da fiaba. Come ben sapete, questa città che segna l’ingresso nel Circolo Polare Artico è il quartiere generale di Babbo Natale e capirete che è con il freddo e la neve che potete vivere questa piccola magia. Qualsiasi sarà il mese invernale della vostra visita, vi sentirete catapultati in un’atmosfera natalizia.

renne
Una romantica passeggiata su una slitta trainata da renne vi va?

Per quanto possiate sentirvi troppo grandi per emozionarvi vi assicuro che una volta giunti al Santa Claus Village non potrete non farvi cogliere da un entusiasmo giovanile. Montagne di neve, casette di legno, renne, elfi e ovviamente Babbo Natale! Se poi volete vivere un’esperienza unica nel villaggio potete soggiornare in igloo o resort con i tetti di vetro e trascorrere romantiche serate guardando il cielo in attesa dell’aurora boreale al calduccio del vostro letto.

 

Santa Claus in Rovaniemi
Oh oh oh

Se siete alla ricerca di un’esperienza avventurosa con i cani da slitta allora prenotate Thrill of Speed di Safartica, una corsa di 2 ore circa attraverso il bosco in cui guiderete una muta di alaskan huskies. Spazi aperti innevati che fanno capolino tra il fitto bosco, rami di alberi, brevi tunnel, discese. Non mancherà il divertimento!

alaskan huskies
Thrill of Speed

Vivete la caccia all’aurora scivolando sulla neve a bordo di una motoslitta oppure lasciatevi condurre da una slitta trainata da renne in una romantica passeggiata nel bosco.

Provate la tipica zuppa di salmone e patate o il leipäjuusto, il formaggio fritto servito con marmellata di camemori, oppure godetevi un drink tra le pareti di ghiaccio dell’Ice Bar.

zuppa
La tipica zuppa di salmone, patate e aneto

Consigliato
Non c’è nulla di più finlandese di una sauna. Non perdetevi perciò questa esperienza rigenerante dopo una giornata al freddo. Quasi tutti gli hotel ne hanno una e spesso l’utilizzo è incluso nel prezzo. Non aspettatevi candele profumate o musica in sottofondo. Le saune finlandesi sono spartane: sedute in legno e pietre roventi su cui gettare acqua per aumentare il vapore. That’s it!

Save the date
Le renne sono una parte importantissima della vita in Lapponia e non poteva mancare il loro impiego anche in competizioni sportive. Ogni anno a Rovaniemi si tiene la BRP PoroCup. Una spettacolare corsa ad eliminazione che vede due renne trainare uno sciatore attraverso il centro della città in una gara a due.
La prossima PoroCup avrà luogo il 23 e 24 febbraio 2019.

 

Siete pronti a vivere magnifiche esperienza al freddo?

10 Risposte a “Mete invernali per chi non teme il freddo”

  1. Cracovia! *_* che mi hai ricordato Simona! Allora io purtroppo capitai in una settimana di gelo straordinario che investì tutta Europa e il freddo nella dentro la toracica me lo ricordo ancora 😛 Però che magia! Se dovessi scegliere fra Copenhagen e Tromso sceglierei indubbiamente quest’ultima. Il museo dei grandi esploratori per me sarebbe una chicca fantastica! E ci risiamo….scorro il post sotto mezzogiorno e trovo la zuppa di salmone e patate! Adoro il salmone (d’altra parte sono un’Orsa) e credo che assaggiato nelle terre del nord sia un’esperienza che prima o poi (molto poi) vorrò assolutamente concedermi. Ma sai che non ho ricevuto l’alert via mail del tuo post?

    1. Daniela, sapevo che saresti venuta con me in questo viaggio! Pubblicare questo post mi ha dato un sacco di problemi.Mi dava “pianificato” e sebbene giorno e ora fossero quelli giusti non me lo dava nella home. Chissà cosa gli è preso oggi a wordpress!
      A Cracovia ho trovato anche io un freddo cane ma con la mia metà ci siamo nutriti praticamente 14 ore al giorno.E vai di zuppe ai mercatini e cioccolata calda.Credimi, ho messo 2 kg in 4 giorni che non sono riuscita a togliere più :O
      Tromso è davvero per chi ama un viaggio più avventuroso e a contatto con la natura. Per quanto sia carina, resta una città per nulla glam a differenza di Copenhagen. Per la serie non metto in valigia tacchi e vestitini. Tromso, sì ti piacerebbe. Ed io stessa ci tornerei di nuovo!
      Cucinato così il salmone è davvero ottimo e dire che io non sono un’amante del salmone fresco. Grigliato poi il top! Fame eh? 🙂
      Grazie per aver letto come sempre! :*

      1. il mio T9 starà facendo allegramente bisboccia insieme al tuo WordPress! Volevo scrivere il “freddo nella cassa toracica” 😀 😀 😀
        Fame si! 😛 Sempre!

        1. 🙂
          Ti dico che se a Budapest non troverò le cose buone che ho trovato a Cracovia rimarrò delusissima! ^_^

  2. Ho visitato Tromso e Copenhagen d’estate. Quest’ultima la rivedrei volentieri nel periodo dei mercatini di Natale. E ora mi appresto a visitare Rovaniemi e Cracovia nel giro di meno di un mese. Mi aspetta un bel freddo, ma anche un sacco di cose belle. Adoro quelle temperature.

    1. Anche io non so resistere al freddo tanto che mi ostino ad andare a nord in pieno inverno 😀
      Immagino andrai a Cracovia per i mercatini di Natale. Io tra un mese mi godrò quello di Budapest.
      Secondo me a Rovaniemi in questo periodo avrai ottime possibilità di goderti l’aurora!
      Buon freddo 😀

  3. Simo, qualche brivido di freddo ci è venuto, ma le tue foto ben presto riscaldano il cuore e incendiano l’anima del viaggiatore! 🙂
    Che poi, io Ale sono anche snowboarder e il freddo non lo temo, da un certo punto di vista mi piace provare quella sensazione di rinascita, quando dalle piste ghiacciate passi ad una baita circondata dalla neve col camino acceso. Ecco perché Tromso mi ispira davvero tanto, ma anche Copenaghen, dove sono stato tantissimo tempo fa e vorrei tornare presto!
    E devo dirti che nell’atmosfera natalizia mi piacerebbe immergermi nei paesaggi incantati di Rovaniemi, perché in fondo tutti siamo un po’ bambini e di tanto in tanto un tuffo nei nostri sogni passati è bello farlo!
    Un abbraccio e buon inizio settimana! 😉

    1. Snowboarder? ma allora tu sei preparatissimo ad affrontare il freddo! Ti do ragione in pieno, dopo una giornata fuori nella neve una serata al calduccio magari sorseggiando un calice di vino ti fa star bene. E poi è pure un po’ romantico, cosa che non dispiace a noi donne. Vero Kiki?
      Copenhagen l’ho vissuta per Capodanno ed è stata un’esperienza incredibile vivere il freddo pungente della piazza principale facendo il countdown per il nuovo anno.
      Io sfido persino il Grinch a non lasciarsi coinvolgere dalle magiche atmosfere del Villaggio di Babbo Natale 🙂
      Grazie per essere passato di qui Ale!

  4. Per me, Fiammetta, manca solo Tromso da visitare, ma escludendo Cracovia ( dove come l’orsa mi sono beccata un freddo incredibile: -20) le altre mete le ho viste tutte in estate. Adesso che abbiamo capito che Leo non è fatto per gli sci penso proprio che una visita invernale con le atmosfere natalizie sarebbe da rivivere!😊 Magari il prossimo anno, per questo ormai abbiamo programmato Natale in spiaggia!😊😊😊 un abbraccio riscaldante!😘

    1. Ciao Fiammetta! sono curiosa di sapere se a Rovaniemi in estate sei stata massacrata dalle zanzare oppure se è una leggenda metropolitana quella delle temibili zanzare finlandesi 😀
      Insomma niente vacanze sulla neve l’anno prossimo ma magari una ciaspolata sulla neve o una bella corsa con la slitta! perché io tranquilli al calduccio di una baita non riesco a vedervi 🙂
      Quest’anno vi godete un bel Natale australiano che, credo, in non pochi vi stiamo invidiando 😉

Lascia un commento

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto